top of page
  • Isabel Fuster

Come funziona il coaching wingwave®?

La storia tecnica dietro il funzionamiento del coaching wingwave(r).


Paolo si bloccò quando scoprì di aver perso tutti i suoi documenti posti nel suo zaino che gli era stato appena rubato. Però non solo tutti i suoi documenti, lì teneva anche i suoi ricordi e i progetti sui quali stava riponendo le sue speranze.

Paolo andò al lavoro e parlando con un collega osservò che aveva diverse opzioni: rimanere lì a lamentarsi o prendere la decisione di iniziare a recuperare la fiducia in ciò che una volta l'aveva fatto sentire una persona di successo. Scelse la seconda opzione, però non si sentiva con abbastanza forze per farlo, non si sentiva all'altezza di iniziare di nuovo con tutto da capo.

Giù di morale rientrò a casa, e lungo la strada trovò una moneta, guardando la moneta si rese conto che poteva investirla in qualcosa di profitto o sprecarla; e scelse la prima opzione: andò dritto a comprare un quaderno e continuò il cammino verso casa. Lì lo aspettava Thessa la sua gatta che rapidamente notò che stava succedendo qualcosa, quindi cominciò a giocare con Paolo saltando da un lato all'altro nella camera e così poco a poco, Paolo si rese conto che a casa c'erano molti elementi che lo potevano aiutare nel suo compito di recupero d'informazioni. Inoltre Thessa lo provocava e lo faceva sentire bene, così Paolo ricuperò le sue forze e le sue risorse si attivarono; si diede una mossa e, pochi giorni dopo, aveva già recuperato una grande parte dell'energia perduta con quella rapina di una fredda mattina d'inverno.


Thessa... saltando da un lato all'altro nella camera

L'effetto di recupero di risorse in coaching wingwave® si ottiene mediante un intervento di base: durante il quale si ricrea la fase REM del sonno nello stato di vigilia (#REM dall'inglese: Rapid Eye Movement). Consiste nello stimolare bilateralmente il cervello della persona con diverse tecniche: visuale, uditiva o tattile, secondo l'occasione -come Thessa che saltava da un lato all'altro. Nelle sessioni di coaching wingwave® online la #stimolazione bilaterale avviene con una musica creata specificamente all'effetto, la musica wingwave.

Vari studi scientifici nel campo del cervello hanno dimostrato che i movimenti oculari della fase REM, mentre siamo svegli innescano manifestamente reazioni di sollievo dello #stress in diverse aree del cervello; per esempio, si attiva la corteccia prefrontale del cervello. Il “movimento” degli occhi è, per tanto, un efficace trigger di onde (waves) positive.

Pertanto, quando si realizza la stimolazione bilaterale del cervello emulando la fase REM del sonno e dando forma alle onde positive raggiungiamo gli stessi effetti che ha il battere delle ali (wing) di una farfalla (ricordiamo che secondo la teoria del caos di Edward #Lorenz con una piccola causa si ottengono grandi risultati). Inoltre, nelle sessioni in presenza, si applica il test di reazione muscolare o-ring -utilizzato nel campo della chinesiologia– per valutare l'effettività dell'evoluzione del processo.


7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page